Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 
 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Aprile 2017


Dialogo tra generazioni


Home Page :: Indietro
 Serate di Laurea 
 

 

Serata di laurea con Federica Garrone e Samuel Salini

"Civil War Experience in W. Hinman" e "Danneggiamento e autoriparazione nei materiali"

  serate a cura di Francesca Olocco

Pinerolo Indialogo - Anno 8 - N.4 - Aprile 2017

 

Venerdì 3 marzo si è svolto un nuovo incontro di Serate di Laurea. I relatori sono stati Federica Garrone, laureata in Lingue e Letterature moderne, e Samuel Salini, laureato in Fisica.
   

La prima ad aver preso la parola è stata Federica, con la sua tesi scritta in lingua inglese dal titolo Civil War Experience in Wilbur Hinman’s "Corporal Si Klegg and His Pard" [L’esperienza della guerra civile nell’opera di Wilbur Hinman "Corporal Si Klegg and his pard"]. Queste sono state le parole di Federica, che ci hanno fatto scoprire un volto della letteratura molto interessante ma, purtroppo, ancora poco (o per nulla) studiato:

«Questa tesi si propone di valorizzare un filone della letteratura anglo-americana oggi dimenticato, quello delle Narrative personali della Guerra Civile (1861 – 1865), scritte da ex ufficiali negli anni dell’immediato dopoguerra per raccontare in terza persona le esperienze vissute dai soldati dell’esercito prevalentemente nordista. In particolare viene analizzata l’opera di W. Hinman, Corporal Si Klegg and His Pard, in cui il giovane caporale Si si arruola volontario contrariamente al volere della famiglia e vede i propri rapporti personali modificati dall’esperienza diretta della guerra. Il suo commilitone Shorty viene gradualmente a sostituire la figura paterna e la sua morte in battaglia rende Si definitivamente adulto e pronto a fondare una propria famiglia. Ciò trova conferma nel matrimonio precoce con la fidanzata Annabel non appena tornato a casa».

Samuel, invece, ha parlato della propria tesi dal titolo Modellizzazione dell’evoluzione del danneggiamento e dell’autoriparazione nei materiali mediante un approccio statistico, raccontandoci della propria esperienza di stage:

«Nel mio lavoro di tesi ho utilizzato un modello fisico nato per spiegare e comprendere come una frattura si propaghi in un materiale, per eseguire simulazioni numeriche e verificare determinate proprietà note in letteratura. Dopo aver constatato la bontà di tale modello, sono passato a simulare metodi di autoriparazione del danneggiamento in modi originali e nuovi, con conseguente analisi dei risultati ottenuti. Quest’ultima parte è stata la più interessante in quanto nessuno aveva mai provato a farlo e i dati ottenuti sono incoraggianti per approfondimenti futuri!»