Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Sett-Ottobre 2017


Dialogo tra generazioni


Home Page :: Indietro

 

 Giovani & Lavoro 

Secondo Forbes 

5 startup da tenere d'occhio


di Redazione

Pinerolo Indialogo - Anno 8 - N.9/10 Settembre-Ottobre 2017

 

Una webcam per visitare un paese lontano attraverso gli occhi – e lo smartphone – di uno sconosciuto. Un video walkie-talkie per parlare in viva voce ovunque e con chiunque. Un servizio sanitario per raggiungere i luoghi della terra più impervi e remoti. Un sistema di spedizioni a disposizione di tutti e a costi molto competitivi. Un’assicurazione che consente di pagare il premio solo in base ai chilometri percorsi. Sono queste le cinque startup più interessanti del 2017 secondo Forbes. Eccole una per una.

1) Look App
Cavalca il grande interesse per i video live, da un lato, e per i viaggi, dall’altro. Come funziona? Entro a far parte di un network, mi collego allo smartphone di un altro "socio" che si trova casualmente nel Paese che vorrei tanto visitare e mi guardo intorno grazie a uno streaming in tempo reale, attraverso la webcam del suo device, mentre lui è sul posto. Così mi faccio un’idea e programmo, a mia volta, la gita; oppure scopro che non fa per me e cambio meta, ma senza lasciarmi influenzare da recensioni online, guide turistiche, pareri di conoscenti.

2) Marco Polo (in cover)
Per i teenager, innanzitutto. O per tutti quelli che vogliono mantenersi in contatto con un amico, un familiare, un amore condividendo voce e immagine. Nulla a che vedere con la messaggistica che offre Facebook. Non si tratta di mandare un testo scritto o un messaggio vocale e di aspettare la risposta. Lo scambio è piuttosto quello di una ricetrasmittente, attraverso la quale ci si parla a turno, sostenuti dal video.

3) Zipline
Ovvero il futuro dell’assistenza sanitaria laddove è impossibile consegnare in tempi utili medicinali, vaccini, sacche di plasma. Zip è un piccolo velivolo robot che in pochi minuti dal ricevimento dell’ordine può essere caricato del materiale più urgente e partire. Non sono necessarie strade, né piloti e i medicinali "atterrano" dolcemente sull’obiettivo appesi a un miniparacadute. Per ora è utilizzato solo in Ruanda, dove Zip da alcuni mesi soccorre venti ospedali collocati in territori impervi. Ogni consegna può salvare una vita.

4) Shyp
Le aziende di trasporto sono tantissime nel mondo ma, secondo Forbes , questa start-up americana è più interessante di tante altre non solo perché offre un sistema duttile ed estremamente economico – in grado di adeguarsi alle esigenze del privato come a quelle delle grandi aziende – ma perché si occupa di impacchettare a domicilio le merci più difficili, fragili o fuori formato che si possa immaginare. Un lavoro che non piace a nessuno.

5) Metromile
Tutti detestano le assicurazioni auto, finché non ne hanno bisogno. E tuttavia non si può farne a meno, per una serie di ragioni fondamentali quali, innanzitutto, la responsabilità civile. Ma per chi copre pochi chilometri all’anno, il premio previsto può essere effettivamente oneroso e sproporzionato all’uso reale della vettura.
Anche in Italia comincia a diffondersi il concetto di polizza a consumo, in cui il tragitto percorso viene calcolato grazie a una sorta di scatola nera collocata a bordo. L’assicurato paga una cifra base minima che a fine anno andrà a integrare con un conguaglio.
Questa società americana mette a disposizione anche una serie di informazioni attraverso una driving app che consente per esempio di ottimizzare il percorso che si sta compiendo proponendo strade alternative più brevi, parcheggi più accessibili e vicini, e così via, aggiungendo risparmio a risparmio. Un’evoluzione, più che una rivoluzione, ma di sicuro effetto.

www.youmanist.it/currents/impatto-positivo/cinque-startup-2017